IL NOME DEI FIORI4 minuti di lettura

Scientifici o popolari, il nome dei fiori non è una semplice etichetta.

Trasporta una serie di informazioni sui caratteri delle piante, sulla loro origine, sulla loro appartenenza a diverse famiglie botaniche.

Alcune piante hanno ricevuto al battesimo i nomi di personaggi mitologici (ad esempio Narciso) o i nomi di personaggi storici, esploratori, botanici, medici, nobili, ecc. In questo articolo ti sveliamo:

  • L’origine del nome di alcuni fiori
  • Nomi di fiori che parlano da sé

L’ORIGINE DEL NOME DI ALCUNI FIORI

Ad esempio, Dahlia porta il nome del botanico svedese Anders Dahl (1751-1789) e la Begonia prende il nome da Michel Bégon (1638-1710), governatore dell’ex colonia francese Saint-Domingue (Haiti) e appassionato collezionista di piante.

La Sansevieria fu battezzata da Vincenzo Petagna, un medico e biologo italiano, in onore del suo patrono, il conte Pietro Antonio Sanseverino (1724-1771).

Peonia, è un fiore il cui nome nobilita il mese di maggio. È fortemente profumato, meravigliosamente colorato e molto resistente. Nel tempo ha rappresentato un simbolo importato nella cultura cinese. Il suo nome “sho yo” si traduce in “il più bello” e, nel calendario cinese, il quarto mese è considerato “il mese delle peonie”

Galdioli, fiori originari del Sudafrica e del bacino del Mediterraneo. Anche il nome di questi fiori deriva dalla parola latina “gladius”, che significa spada.

Hortensia, incontrata per la prima volta in Giappone, il nome dei fiori di ortensia significa “giardino” in latino. Hotensia è un simbolo di sincerità e gratitudine.

Iris, un fiore molto bello e facile da coltivare. Il nome del fiore deriva dalla mitologia greca, essendo Iris la dea del sole. Questo era il messaggero di Zeus tra Olimpo e la terra.

READ  Fiori blu - 5 idee per il bouquet da sposa

Papavero, fiore molto popolare, noto per il suo aspetto piacevole e il colore forte. Oltre a queste proprietà, il papavero è anche noto per le sue proprietà narcotiche. Nella mitologia romana si narra che lo stesso dio Somnus, ha creato il papavero.

NOMI DI FIORI CHE PARLANO DA SE’

In altri casi, il nome evoca la bellezza della pianta, la forma di fiori o delle foglie: Lilium superbum, Digitalis purpurea, Philodendron sagitifolium.

Esistono nomi di fiori che ci danno indicazioni sull’aspetto della pianta, il momento della fioritura o le particolarità del modo di cura, troviamo anche nel nome popolare (o comune), molto più accessibile del latino (scientifico): tigna (fucsia), fiore di cera (Hoya), stella di Natale (stella di Natale) o “non disturbarmi” (Schlumbergera).

Certi nomi di fiori ci avvertono subito che meglio non disturbare la pianta. La spiegazione è correlata alla luce ricevuta dalle piante e alla peculiarità anatomica dei fiori ed è valida anche per altre specie, come azalea, camelia, gardenia e certi cactus.

Le finestre attraverso le quali la luce naturale entra in una stanza sono spesso collocate su una singola parete. A seconda dell’orientamento delle finestre, della stagione, della distanza alla quale le piante si trovano, ecc, sono tutte informazioni che piante considerano nel dirigere le loro foglie, i fiori, i germogli, gli steli verso la fonte di luce, verso le finestre.

Se ricevono abbastanza luce, se il loro aspetto dice “sto bene” in un determinato posto, lasciarli lì.

Se la luce è insufficiente, le piante cresceranno storte, gli steli si inclinano (leggermente) verso la luce.

Le piante da fiore sono più sensibili a cambiare la direzione in cui ricevono luce, reagendo attraverso improvvise gocce di gemme o fiori. La spiegazione è data da un dettaglio dell’anatomia dei fiori, visibile ad occhio nudo.

READ  Come far rifiorire le orchidee facilmente

Nella maggior parte delle specie, i fiori sono supportati da un peduncolo (una coda), che offre loro una certa libertà di movimento.

Ai fiori di azalee, camelia, gardenia, o la stella di Natale dal nome “non disturbarmi” manca questo peduncolo, il fiore essendo fissato direttamente sullo stelo. Quando li spostiamo, cambiamo il loro posto, nel loro tentativo di “girare” nella nuova direzione da cui ricevono la luce, si romperanno e cadranno. Anche le piante i cui fiori hanno questa “coda” non reagiscono molto bene quando sono disturbate.

Osserva attentamente le piante e conoscerai i loro bisogni. Il mondo vegetale racconta la sua storia senza l’uso di parole. Un’attenta osservazione del loro comportamento e l’osservanza del loro ritmo di vita sono i segreti che trasformano ogni amatore di belle piante in un abile giardiniere. E non dimenticare gli indizi nascosti nel loro nome.

ofertas flores mas vendidas

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •