Il giglio, il protagonista dei matrimoni3 minuti di lettura

Il giorno più bello per una donna è senza dubbio quello in cui indossa un abito bianco dallo stile principesco, è il momento in cui si reca dinnanzi a un altare per incontrare quello che sarà il suo futuro marito.

973e0ab27743779b3d4a7cffbaecd132

Fonte della foto: https://goo.gl/sOru6c

Dunque, protagonista indiscussa del matrimonio è la sposa, insieme allo sposo e agli invitati, tutti emozionati e con gli occhi pieni di lacrime per un nobile sentimento, quale l’amore. Ma a ben vedere, si scorge tra le persone all’interno della chiesa o del comune, un altro protagonista, un po’ più nascosto e riservato: il giglio.

Fiore più presente nei matrimoni celebrati nel periodo di Marzo, il giglio  trasmette dei significati nobili e puri, e proprio per questo è uno dei fiori più scelti in questo giorno d’amore speciale.  Questo fiore in particolare indica la purezza d’animo, l’innocenza, la verginità, tutti temi questi che rispecchiano in qualche modo i valori del matrimonio.

95380604ef34eda6abf6d430f8d00172

Fonte della foto: https://goo.gl/hqwT5w

In particolare, durante le celebrazioni dei matrimoni, vengono utilizzati gigli bianchi, in quanto  anche il bianco è un colore che esprime la purezza, nonostante talvolta la sposa scelga gigli rosa o dai toni chiari. I gigli possono variare in base alla tipologia, per esempio tra i più originali e belli vi sono:

  • Il Lilium Chalchedonicum: un giglio dalla forma un po’più chiusa e particolare di quello più comune, il cui stelo pende verso il basso e i cui petali formano una specie di cerchio. Normalmente di colore arancione, tendente anche al giallo, cresce d’estate e raggiungi alti livelli di quota.
  • Il Lilium Carniolicum: di solito di colore arancione, questo tipo di giglio si racchiude prendendo una forma di mela o d’arancia, lasciando stigma, antera e stilo (tutta la sua parte interiore) all’esterno dei suoi petali, che sono quetsi caratterizzati da piccoli punti neri. Il Lilium Carniolicum fiorisce durante la stagione estiva, tra maggio e luglio, tra i cespugli e nei prati e può arrivare fino a 2000 metri di altezza. Denominato comunemente come la mela d’oro, questo tipo di fiore nasce principalmente nei Balcani, in Bosnia e Slovenia, a è anche diffuso in Italia, soprattutto nel nord, tra Veneto e Friuli Venezia Giulia. Il nome Carniolicum, in italiano Carniola, deriva dal nome della regione a sud della catena delle Caravanche, corrispondente all’attuale Slovenia nord-occidentale.
  • Il Lilium Davidii: simile al giglio anteriore, anch’esso presenta dei petali solitamente arancioni ma meno chiusi e con una forma più aperta. Sui suoi petali vi sono dei piccoli puntini neri o marroni che arricchiscono la bellezza di questa specie. Il Lilium Davidii trae le sue origini dalla Cina occidentale e deve il suo nome a colui che ne ha fatto la scoperta: Père Jean Pierre Armand David. Quest’ultimo era un naturalista e un missionario conosciuto in tutto il mondo. Questo tipo di fiore fa parte dei gigli chiamati “a forma di turbante”, proprio per la sua forma con i petali che fanno da turbante. I colori presenti sono principalmente due: arancioni i petali, mentre gialli i boccioli. Il Lilium Davidii può raggiungere l’altezza di 80 – 120 cm e cresce durante l’estate, cominciando a fiorire negli ultimi giorni di giugno.
READ  Fiori blu - 5 idee per il bouquet da sposa

 

Per coloro che hanno in mente di sposarsi, dunque, scegliete bene i vostri fiori che vorreste facciano da protoganisti al vostro matrimonio e imparate prima il loro significato. Potreste scegliere i gigli, con tutti i loro tipi, o le rose, il fiore dell’amore. A voi la scelta!

Quali fiori vi piacciono di più per un matrimonio? Raccontacelo nei commenti 🙂

ofertas flores mas vendidas

FQ-Blog-es_v3 width=

  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •