Cosa succede ai fiori in Primavera?2 minuti di lettura

FIORI IN PRIMAVERA

Si dice che una rondine non fa Primavera, ma prati e alberi in fiore certamente bastano a diffondere la sensazione che la bella stagione sia incominciata; ma sappiamo cosa succede ai fiori in primavera? Partiamo dalle basi!

Quando inizia la Primavera?

L’inizio della Primavera è segnato dall’Equinozio (dal latino “equi”= uguale + “noctis” “notte) ovvero il giorno in cui le ore di giorno sono uguali a quelle di notte. Esso si manifesta quando la Terra raggiunge quel punto dell’orbita, in cui il Sole è perpendicolare all’Equatore. Nel 2018 è avvenuto il 20 Marzo (non più il 21 e, secondo gli esperti, non lo farà fino al 2102).

Equinozio di Primavera - fiori in primavera

 

Cosa succede ai fiori in Primavera?

Nelle piante a seguito del periodo vegetativo (crescita del fusto e delle foglie), ha inizio la fase riproduttiva, in cui si sviluppano i fiori, i frutti e i semi. Tale fase inizia con la fioritura (trasformazione delle gemme vegetative, produttrici di foglie, in gemme fiorali).

Come fanno i fiori a capire quando sbocciare?

A determinare la trasformazione che porta alla fioritura, sono due tipologie di fattori quelli di tipo endogeno (propri della pianta: dimensioni, ormoni, ritmi circadiani) e quelli di tipo ambientale: la temperatura, la vernalizzazione (processo di conservazione del seme dormiente a temperature fredde) e il fotoperiodo (ore di luce necesssarie alla pianta per fiorire). In base a quest’ultimo, le piante vengono classificate in neutrodiurne, brevidiurne e longidiurne.

FIORI IN PRIMAVERA

Molte piante, infatti, fioriscono solo se esposte giornalmente a cicli di luce e di buio di determinata durata. Se esse fioriscono quando la lunghezza del giorno supera una certa soglia, detta critica (generalmente compresa tra 12 e 14 ore), vengono definite longidiurne; se invece fioriscono quando la lunghezza delle ore di luce scende al di sotto della soglia critica, vengono dette brevidiurne; se, infine, esse fioriscono indipendentemente dalle ore di luce e vengono definite specie neutrodiurne. Questo meccanismo, reso possibile dalla mediazione di un pigmento detto fitocromo, consente alle piante di avviare la fioritura nella stagione più propizia, che alle latitudini medie, è proprio la Primavera! È quindi una combinaizione di giuste condizioni, tra cui ore di luce e temperatura, che permette all’orologio biologico della pianta di produrre gli ormoni che inducono la formazione dei fiori e l’apertura dei petali (antesi), in modo che sia possibile l’esposizione agli agenti impollinatori per la fecondazione.

READ  Ecco come dire nel miglior modo possibile "auguri di buon compleanno” a un uomo

Sperando che la nostra risposta alla domanda “Cosa succede ai fiori in Primavera” sia stata semplice e chiara, vi invitiamo a continuare a seguire il nostro blog e a portare il meglio che la bella stagione offre, a casa vostra o in quella delle persone che amate, acquistando uno dei nostri splendidi mazzi di fiori online

ofertas flores mas vendidas

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •